Tar Puglia, Bari, sez. un., 1° ottobre 2018, n. 1250

Nelle procedure di gara per l’affidamento di servizi ad associazioni temporanee di imprese, non vige il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di rispettiva pertinenza; pertanto, è legittimo che i requisiti di qualificazione e/o di capacità siano posseduti esclusivamente dalla capogruppo e non anche dai singoli associati.

Conforme: Cons. Stato, Ad. Plen., 28 agosto 2014, n. 27; idem, sez. VI, 15 gennaio, 2015, n. 18; idem, sez. V, 26 luglio 2017, n.3679; idem, 28 giugno 2018, n. 3993; Tar Liguria, sez. II, 28 febbraio 2017, n. 144; Tar Campania, Napoli, sez. I, 14 giugno 2017, n. 1720.

Non sono stati rinvenuti precedenti difformi.

 

 

Abbonati per continuare a leggere

Un anno di abbonamento a soli 49.90 €

Sei già abbonato? Accedi